Postato da il dic 3, 2015 in

Al via il primo stralcio dell’intervento che prevede la pedonalizzazione dell’intera circonvallazione di Dorgali, attraverso la realizzazione di un sistema di percorsi pedonali, piccole piazze e attraversamenti. Dal punto di vista architettonico, l’intervento punta con un’estrema semplicità costruttiva, decorativa e compositiva a realizzare un elemento unificatore che vuole riconnettere e mantenere insieme parti di tessuto urbano sconnesse.

I lavori sono effettivamente iniziati nel mese di gennaio 2015 quando sono stati rimossi i 12 pali dell’Enel che rappresentavano un rischio per la sicurezza veicolare e un elemento dal forte impatto paesaggistico (per chi li ha già dimenticati ecco le foto di seguito).

IMG_4030-RED IMG_4026-RED IMG_4025-RED

Gli interventi previsti in progetto, fanno parte di una serie diiniziative volte alla riqualificazione urbana del Comune di Dorgali e della frazione di Cala Gonone. Nello specifico si ravvisa la necessità di concretizzare la pedonalizzazione della “Circonvallazione a Monte” e di attuare misure atte al rallentamento dei veicoli in transito.
Il progetto prevede di intervenire a completamento delle opere di urbanizzazione presenti mediante la realizzazione di un marciapiedi lungo la circonvallazione, ad eccezione di alcuni tratti dove tal opere sono già presenti o la loro realizzazione appare particolarmente gravosa sia per la conformazione della sezione stradale che per l’impegno di spesa che ciò comporterebbe; per lo stesso motivo il marciapiedi verrà realizzato solo su un lato della carreggiata.
Per la realizzazione delle opere non sono previsti espropri poiché la sezione tipo individuata ricade nei limiti di proprietà comunale.

Opera primaria dell’intervento sarà quindi la realizzazione dei marciapiedi, questi saranno realizzati con una pavimentazione in calcestruzzo architettonico dello spessore medio di 10 cm, delimitato sul fronte strada da un’aiuola piantumata con essenze autoctone a basso fusto (rosmarino, corbezzolo, mirto e lentischio); il piano pedonale sarà ad una quota, rispetto al piano stradale, di più 10 cm e sarà provvisto di impianto di illuminazione formato da lampade incassate in un muretto rivestito in pietra calcarea locale.
Il progetto prevede la realizzazione di alcune piccole piazze localizzate in punti strategici. Le piazze verranno pavimentate con lastre di calcare bianco e saranno dotate di panchine monolitiche in pietra con finitura in legno.
L’illuminazione del percorso pedonale verrà garantita dalla presenza di un sistema di illuminazione appositamente disegnato. L’illuminazione verrà integrata in piccoli elementi rivestiti in calcare bianco, i quali avranno anche la funzione di funzionare da elementi dissuasori a protezione dei pedoni dal traffico veicolare.
Ai fini del rallentamento del traffico si prevede la realizzazione di alcuni attraversamenti pedonali rialzati rispetto al piano stradale, ma raccordati a quest’ultimo con opportune pendenze.
Gli attraversamenti pedonali appariranno come un prolungamento dello spazio pedonale.
Lungo tutto il marciapiedi verrà realizzata una cunetta alla francese per il convogliamento delle acque meteoriche, nella quale verrà integrato un sistema di caditoie stradali.
Per la realizzazione dei marciapiedi si prevede la riconfigurazione della carreggiata stradale mediante il restringimento delle corsie ad una larghezza costante di 3 m più banchine laterali da 50 cm.
A completamento di tali opere si prevede il rifacimento della segnaletica orizzontale e lo spostamento di alcune caditoie stradali per via della realizzazione dei nuovi marciapiedi sulla sede della carreggiata esistente. Per ulteriori informazioni si rimanda ai relativi elaborati grafici.
Il progetto verrà attuato per stralci funzionali. Con il presente intervento si prevede il completamento della pedonalizzazione nel primo stralcio e il rifacimento della segnaletica orizzontale dell’intero tracciato.
Il primo stralcio individuato inizia all’incrocio fra via Lamarmora e Via E.Fermi (“Gurosai”) e si conclude all’incrocio fra via E.Fermi e via Luchiddai. Si tratta di una parte di tracciato lunga circa 950 m che attraversa contesti urbani differenti.

 

 PER APPROFONDIRE E SCARICARE LE TAVOLE DI PROGETTO CLICCATE QUA